Approfondimenti

Come scegliere una piattaforma eLearning

Una piattaforma eLearning costituisce la base solida su cui poggiare la struttura formativa di un’azienda. Non solo è un po’ come una bussola e consente di orientarsi nel mare delle informazioni, ma rappresenta anche un vero e proprio punto di riferimento dei valori identificativi di un’organizzazione. Sceglierne una però potrebbe essere difficile, perché il mercato è ricco di offerte e, a volte, avere ben chiare le features e le funzioni di tutte non è affatto semplice, servono conoscenze tecniche che non possono essere date per scontate. Quali sono le cose da sapere per effettuare la scelta giusta? Innanzitutto è necessaria una distinzione: alcune piattaforme sono open source, e questo significa che sono aperte, modulari, veloci da settare e che dispongono di un ampio bacino di sviluppatori e di Community per scambiarsi velocemente le informazioni altre sono proprietary e, a differenza delle prime, assicurano un’assistenza continua da parte del venditore, ma hanno il grande svantaggio di non essere customizzabili. Moodle è la piattaforma più diffusa oggi al mondo ed è open source. È molto popolare perché risulta essere veramente flessibile e ingaggiante. È perfetta per chi deve iniziare esperienze di eLearning o per chi sta cercando di sostituire piattaforme costose o troppo obsolete rispetto ai nuovi modelli di formazione online.

Le FUNZIONI BASE, offerte da Moodle, sono:

  • la creazione dei corsi
  • l’iscrizione degli utenti
  • l’inserimento delle risorse
  • l’assegnazione dei ruoli
  • i quiz di valutazione
  • gli strumenti di interazione a distanza
  • il tracciamento.

Le FUNZIONI AVANZATE sono:

  • l’analisi dei fabbisogni
  • la pianificazione della didattica
  • l’erogazione dei corsi
  • la gestione della partecipazione
  • l’analisi
  • la reportistica.

Anche Skilla ha scelto Moodle, sviluppando delle funzionalità avanzate che migliorano notevolmente il percorso di apprendimento. Uno degli esempi più riusciti è il Modulo aule che permette di gestire le iscrizioni, le sessioni e le sedi delle lezioni di pubblicizzare i corsi e di condividere notizie e materiali. L’applicativo Storytelling invece dà la parola ai corsisti e li invita a raccontare storie in riferimento alle tematiche chiave di un corso. La Gamification permette di organizzare delle vere e proprie sfide tra i partecipanti in palio ci possono essere svariati riconoscimenti messi a disposizione dall’azienda. Una volta selezionata la nostra piattaforma non resterà che avviarla. Per farlo, partendo con il piede giusto, ti saranno certamente utili queste cinque regole d’oro:

  1. definisci i macro obiettivi
  2. considera bene quale sarà l’uso dell’ambiente che stai progettando
  3. organizza una rete di supporter interni
  4. definisci un’anagrafica utenti solida, profilandola dettagliatamente
  5. tieni conto di tutte le interazioni e i contenuti.

Questa tematica è stata affrontata nel posterLab n. 1: “scegliere una piattaforma eLearning”.

Andrea Boriani

Scritto da: Andrea Boriani il 20 Settembre 2016

Compila il form e contattaci,
sei solo a un passo dall’iniziare.

    Ho preso visione dell’Informativa privacy e autorizzo

    contattaci

    Potrebbe interessarti anche

    © Copyright 2020 Amicucci Formazione | P.IVA 01405830439 | Cap. Soc.: Euro 100.000,00 (i.v.) | C.C.I.A.A. (Macerata) | R.E.A. (149815) | Privacy policy | Cookie policy