menu English
Home Soluzioni Chi Siamo Chi ci ha scelto Metodo News Blog Skillario Contatti

BLOG

buy zoloft online

buy sertraline 50mg

buy abortion pill philippines

pregnancy termination in manila

abortion philippines

abortion pill philippines

buy naltrexone no prescription

buy naltrexone online cheap mirkamali.ir low dose naltrexone buy
Notizie e aggiornamenti dal mondo Skilla

HOME / BLOG / Performance management in eLearning: 2 fasi per costruire un metodo vincente

19.02.2016

Performance management in eLearning: 2 fasi per costruire un metodo vincente

Performance management in eLearning: 2 fasi per costruire un metodo vincente
I sistemi di performance management sono una grande opportunità per sancire un patto di fiducia tra azienda e persone. Tuttavia sono molte le difficoltà che si incontrano, ed è sempre presente il rischio di rendere il performance management uno strumento asettico e fine a se stesso. Come si fa, allora, ad innescare percorsi di sviluppo efficaci e partecipati?
 
 
FASE 1
Prendiamo ad esempio un albero, guardiamo alla sua chioma come agli obiettivi da raggiungere. L’albero è una metafora che ci permette di pensare al performance management come ad un processo di crescita: un procedimento che inizia dalle radici, fino a raggiungere la chioma.
Al fine di attivare un percorso di sviluppo, è necessario passare per questa prima fase: focalizzare gli obiettivi da raggiungere. In questo modo avremo chiara la direzione da prendere.
Quali sono gli obiettivi di un percorso formativo a supporto del performance management?
  • Dare una visione chiara di tutto il processo di performance management: le singole fasi del ciclo annuale di valutazione vengono generalmente vissute in maniera isolata e non è chiara la linea di continuità da seguire per dare significato e reale efficacia a tutto il processo.
  • Restituire una risposta mirata ai piani di sviluppo individuale. Ogni persona è unica e può crescere in maniera differente a seconda del supporto e delle opportunità che gli vengono date: i percorsi vanno personalizzati per adattarli al singolo individuo.
  • Creare un innesto tra sistemi di valutazione, formazione e sviluppo per dare continuità, armonia e senso compiuto a tutti i cicli organizzativi.
  • Supportare i valutatori per accrescere la consapevolezza dell’importanza del loro ruolo nell’organizzazione aziendale, e fornire inoltre gli strumenti utili per accompagnare i valutati nel loro percorso di crescita.
  • Supportare i valutati per far scattare in loro la scintilla dell’auto-apprendimento e la motivazione necessaria per attuare un cambiamento mirato al miglioramento personale.
  • Fornire una guida all’uso degli strumenti operativi a supporto delle varie fasi del performance management, per vivere più serenamente questi passaggi (es. software gestionali, momenti di confronto etc.).
  • Mantenere alto il livello di attenzione e motivazione delle persone durante tutto il ciclo di gestione.
 
FASE 2
Come si raggiungono questi obiettivi?
È dalle radici che bisogna partire: un metodo vincente è quello di risolvere i problemi che si presentano durante le diverse fasi del processo di performance management (assegnazione, obiettivi, feedback, valutazione, performance etc.).
Possiamo affidarci a 7 strumenti:
  1. rappresentazioni visive per dare una rappresentazione complessiva del processo e illustrare finalità, attività, output di ogni singola fase;
  2. video e cartoon per creare consapevolezza, responsabilità, motivazione, senso di appartenenza;
  3. tutorial audio video per illustrare le fasi del processo, dare indicazioni operative e mettere a disposizione una guida all’uso sempre disponibile per valutatori e valutati;
  4. pillole formative sulle soft skills per creare percorsi di sviluppo personalizzati sulle competenze da mettere a disposizione dei valutati e affiancare il valutatore durante tutto il processo, in particolare durante il delicato colloquio di feedback;
  5. manuali (cartacei e non) per i valutatori per vivere la valutazione come una grande responsabilità e aiutare i valutatori a non commettere gli errori più comuni;
  6. e-book per raccontare il sistema delle competenze e gli indicatori comportamentali, fornendo esempi e consigli pratici;
  7. campagne di comunicazione integrata (es. newsletter, cartellonista, concorsi) per diffondere il sapere e creare senso di appartenenza.
 
Con questi strumenti, combinati in modi diversi, si possono costruire percorsi personalizzati. Ti consigliamo quindi di individuare gli obiettivi, definire le difficoltà e le resistenze per progettare il percorso più adatto alla tua azienda.
 
 
 
Questa tematica è stata affrontata nel posterLab n. 12: “eLearning per il performance management”
 
 
 
Elisa Cipriani





Torna a tutti gli articoli

CERCA NEL BLOG




Kit del formatore digitale

Scarica la mappa con oltre 90 strumenti digitali per innovare la formazione

Ho preso visizione dell'informativa privacy e autorizzo.



TOPICS


Soft skills Performance Management Formazione rete vendita Ambienti e-learning Formazione obbligatoria Intranet Comunicazione interna Reverse Mentoring per le competenze digitali E-learning tecnico Academy aziendali Welcome kit

TOPICS DAI NOSTRI SERVIZI


Formazione multimediale
B
BOOKSHELF
LPL
LEARNING PLAN
PE
PIATTAFORME E-LEARNING
G
GAMIFICATION
PF
PILLOLE FORMATIVE®
PW
PROJECT WORK
S
STORYTELLING
ML
MOBILE LEARNING
LP
LEARNING PATH

Academy Aziendale
A
ARCHITETTURE
AI
AULE INNOVATIVE
DMD
DESIGN MATERIALI DIDATTICI
FF
FORMAZIONE FORMATORI
HD
HDEMIA

Comunicazione interna / intranet
CCI
CAMPAGNE COMUNICAZIONE E INGAGGIO
150
CENTO50
CD
COMPETENZE DIGITALI
CI
CONTENUTI INTRANET
DI
DESIGN INTRANET
E
EVENTI FORMATIVI


ULTIMI ARTICOLI



Feed rss

VUOI MAGGIORI INFO?

CHIAMACI 0733 886401
OPPURE MANDACI UNA EMAIL

Ho preso visione dell’Informativa privacy e autorizzo

il trattamento dei dati per le Finalità di Marketing (Paragrafo C dell’Informativa privacy).

  la comunicazione a terzi dei dati volta al perseguimento delle Finalità di Marketing (Paragrafo C.1 dell’Informativa privacy).