Approfondimenti

skillaBoard in tre passaggi: due citazioni e una riflessione.

L’App che rivoluzionerà la formazione. Si chiama skillaBoard ed è la nuova App messa a punto da Skilla. Con lei la formazione d’aula sarà completamente diversa, senza interruzioni e flessibile. Cambierà radicalmente il modo di interagire tra i partecipanti di una lezione. Un po’ come se all’improvviso, nel bel mezzo della digital transformation, scoprissimo di essere gli unici con i superpoteri addosso.

Citazione #1. “Francesco, devi farmi un po’ di training su quest’App perché la voglio inserire nei miei Corsi”. Lui è Giuseppe. Giuseppe è un professionista della formazione, un collega che ha già percorso una lunga strada ed ha attraversato epoche culturali e digitali estremamente differenti. Per dirla tutta è passato dai fantastici lucidi da applicare sulle lavagne luminose e proiettate su pareti possibilmente bianche al Wi-Fi. Così, come da un’estate a quella successiva senza percorrere le altre stagioni. Giuseppe è un vero esperto e non solo per l’esperienza accumulata nel tempo, è una cassetta degli attrezzi in movimento da cui attingere in qualunque momento. Ed è una di quelle persone che ci mettono sempre tutto dentro, in ogni momento: dalle lavagne luminose al brainstorming fatto con i Post-It, Giuseppe è uno di quelli bravi che prende tutto e si porta tutto dietro. Per questo è stato incuriosito da skillaBoard, l’ha accettata e riproposta senza neanche pensare al suo digital divide, alla supremazia della Classe sul Webinar o a chissà che altro. Giuseppe ha capito che skillaBoard può essere utile, qui ed ora, alla sua attività da professionista. E vuole imparare ad utilizzarla. Bene.

Citazione #2. “Diffondiamo l’utilizzo del sistema skillaBoard per lavorare in gruppo” è la citazione di un anonimo, liberamente tratta dai commenti sulla valutazione a un modulo formativo in cui è stata introdotta una sessione con skillaBoard. In realtà è un commento diffuso, una di quelle piacevoli ridondanze che quando ritornano così spesso cominci ad avere più fiducia negli strumenti digitali che si mettono a disposizione per aumentare il learning journey. E quando il consenso sull’esperienza avuta è tanto elevato e soprattutto indica un fattore fondamentale che sta trasformando il training, ossia il networking e le sue connessioni, significa che la strada è quella giusta e non solo va perseguita ed estesa ma anche sperimentata ulteriormente. Anzi forse il divertimento si trova proprio girato l’angolo della sperimentazione.

Riflessione. Per le aziende strutturate e radicate sul territorio, ma soprattutto nella storia, il tema della digital transformation è quasi un core business. Core perché si tratta fondamentalmente di convertire un modello esistente (ed a volte re-esistente) per renderlo più osmotico e ricettivo ad una realtà decisamente più fluida e spesso indecifrabile perché utilizza paradigmi troppo rigidi. Ma è l’unica via possibile. Non si tratta di decidere Che Fare, quindi, ma di capire Come. E qui gli esperti della materia spesso propongono soluzioni avveniristiche e straordinarie che proiettano il futuro direttamente nel presente, costringendo il presente ad adeguarsi. A volte facendosi violenza. Perché, in questa retorica ansiosa, bisogna assolutamente rivoluzionare quello che c’è. Non considerando che con le rivoluzioni si corre il rischio di tornare al punto di partenza, pur avendo cambiato tutto. SkillaBoard è l’esempio opposto e vincente, nell’ambito della formazione. Perché? Perché ha avuto la capacità di non imporre un futuro immaginato ma di far evolvere il presente utilizzando un mindset che è radicato tanto nei professionisti del training quanto nei soggetti attivi della formazione (i “discenti”). Insomma skillaBoard non ti dice che il futuro del brainstorming o della conduzione dell’aula è un altro e che devi assolutamente impararlo, bensì ti insegna a fare quello che già conosci con più facilità, immediatezza e mettendo insieme strumenti che utilizziamo nella vita quotidiana (smartphone, tablet…). Per questo skillaBoard è il futuro che vogliamo.

Francesco Pietanza, Formazione BNL

Scritto da: Francesco Pietanza il 26 Ottobre 2017

Compila il form e contattaci,
sei solo a un passo dall’iniziare.

    Ho preso visione dell’Informativa privacy e autorizzo

    contattaci

    Potrebbe interessarti anche

    © Copyright 2020 Amicucci Formazione | P.IVA 01405830439 | Cap. Soc.: Euro 100.000,00 (i.v.) | C.C.I.A.A. (Macerata) | R.E.A. (149815) | Privacy policy | Cookie policy