menu English
Home Soluzioni Chi Siamo Chi ci ha scelto Metodo News Blog Skillario Contatti

BLOG

Notizie e aggiornamenti dal mondo Skilla

HOME / BLOG / Il Formatore al tempo del blended. Alla ricerca del “Magic Mix”

21.06.2017

Il Formatore al tempo del blended. Alla ricerca del “Magic Mix”

Il Formatore al tempo del blended. Alla ricerca del “Magic Mix”
Il blended learning è una delle tendenze più evidenti nel mondo della formazione, anzi è più che una tendenza, è ormai un assunto di partenza, un prerequisito implicito che permea il nostro lavoro di progettisti, che sottende le richieste che ci arrivano dai nostri clienti interni. Il perché è semplice: l’approccio blended consente di utilizzare sinergicamente le molteplici metodologie di apprendimento in presenza e a distanza moltiplicando le opportunità di formazione, assicurando a tutti i learner gli strumenti più adatti al proprio stile e ai propri bisogni di apprendimento, abbattendo le distanze e, non ultimo, contenendo i costi.

Cuochi, chimici, registi, abili architetti, fantasiosi inventori. È così che a volte ci sentiamo quando siamo alle prese con la creazione di percorsi blended.
Come cuochi… perché non basta mescolare diversi ingredienti, ma è necessario saperli scegliere e dosare sapientemente, proprio come avviene con le diverse metodologie.
Come chimici… perché è fondamentale che ogni percorso scateni una reazione, generi un cambiamento.
Come registi… perché è richiesta un’ottima capacità di gestione e organizzazione di tutti gli attori coinvolti nel processo.
Come abili architetti… perché è necessario saper progettare città dell’apprendimento che mettano al centro il cittadino/learner, che prevedano luoghi di incontro e scambio a favore di una dimensione sociale dell’apprendimento, che siano ecologiche e prevedano la capitalizzazione e la valorizzazione del materiale formativo esistente.
Come fantasiosi inventori… perché è richiesto un cambio di visione, un approccio proattivo verso un’innovazione che non ha regole rigide e predefinite, e i cui modelli teorici di riferimento vanno adeguati sempre al contesto ed alle caratteristiche del target.

Qualsiasi sia il mestiere che sentiamo più vicino, o la metafora che preferiamo sposare, l’obiettivo è sempre lo stesso: raggiugere il mix magico che rappresenti il percorso “perfetto”




Scopri di più su slideshare

Alessandra Scapati 


Torna a tutti gli articoli

CERCA NEL BLOG




Kit del formatore digitale

Scarica la mappa con oltre 90 strumenti digitali per innovare la formazione

Ho preso visizione dell'informativa privacy e autorizzo.


TOPICS


Soft skills Performance Management Formazione rete vendita Ambienti e-learning Formazione obbligatoria Intranet Comunicazione interna Reverse Mentoring per le competenze digitali E-learning tecnico Academy aziendali Welcome kit

TOPICS DAI NOSTRI SERVIZI


Formazione multimediale
B
BOOKSHELF
LPL
LEARNING PLAN
PE
PIATTAFORME E-LEARNING
G
GAMIFICATION
PF
PILLOLE FORMATIVE®
PW
PROJECT WORK
S
STORYTELLING
ML
MOBILE LEARNING
LP
LEARNING PATH

Academy Aziendale
A
ARCHITETTURE
AI
AULE INNOVATIVE
DMD
DESIGN MATERIALI DIDATTICI
FF
FORMAZIONE FORMATORI
HD
HDEMIA

Comunicazione interna / intranet
CCI
CAMPAGNE COMUNICAZIONE E INGAGGIO
150
CENTO50
CD
COMPETENZE DIGITALI
CI
CONTENUTI INTRANET
DI
DESIGN INTRANET
E
EVENTI FORMATIVI


ULTIMI ARTICOLI



Feed rss

VUOI MAGGIORI INFO?

CHIAMACI 0733 886401
OPPURE MANDACI UNA EMAIL

Ho preso visione dell’Informativa privacy e autorizzo

il trattamento dei dati per le Finalità di Marketing (Paragrafo C dell’Informativa privacy).

  la comunicazione a terzi dei dati volta al perseguimento delle Finalità di Marketing (Paragrafo C.1 dell’Informativa privacy).