Approfondimenti

Autoproduzione e autogestione dei corsi eLearning

Come creare corsi eLearning in autoproduzione? Quando la tua esigenze è dover creare e gestire corsi in modalità eLearning, la prima strada percorribile sarebbe quella di affidarsi ad un pool di esperti che, un po’ come un’orchestra, può offrirti ogni tipo di “sinfonia”. Ma se la situazione è: esigenze formative circoscritte, tempistiche stringenti e budget limitato, cosa puoi fare? Soluzione 1: lasciar perdere; Soluzione 2: e se li autoproducessi?

Grazie all’autoproduzione puoi infatti implementare corsi formativi su misura, senza obbligo di acquisto o di adattarti a pacchetti preconfezionati. Oggi hai a tua disposizione una serie di strumenti dedicati, “authoring tools”, grazie a cui puoi trasformarti in one (wo)man band ed essere in grado di gestire il processo di sviluppo di corsi eLearning internamente, in autonomia.

 

Perché le organizzazioni sono sempre più orientate verso l’autoproduzione di corsi eLearning?

Si possono sfruttare risorse interne, quindi il primo vantaggio è economico; la produzione si velocizza (non a caso, l’uso di questi tools viene chiamato anche “rapid learning”); l’azienda fa e decide come preferisce (pensa solo alla praticità di aggiornare i corsi creati con questo sistema).

Oggi le tradizionali figure protagoniste della formazione aziendale hanno dovuto ripensarsi e rimodularsi per essere al passo con le innovazioni tecnologiche, la digital transformation e un nuovo approccio alla formazione, nella progettazione e nella fruizione. Sono sempre più presenti, soprattutto nelle grandi organizzazioni, nuove figure come l’instructional designer.

Come scegliere gli strumenti di autoproduzione.

Il mercato offre sempre più possibilità fra cui scegliere: dai basilari strumenti amatoriali free che consentono la conversione dei ppt in oggetti didattici da fruire sul web, fino alle suite professionali dalle mille potenzialità che includono anche la programmazione di azioni.

Come scegliere l’Authoring tool più adatto a te?

Difficile dire quale sia lo strumento oggettivamente “migliore” degli altri, perché dipende sempre dalle esigenze formative della propria azienda. Ma possiamo comunque suggerirti di seguire questi 3 step:

  • Analizza che tipo di corso vuoi realizzare: è un corso tutoriale o una simulazione? quali funzionalità deve includere?
  • Valuta le skill di chi si occuperà della produzione: che competenze informatiche ha? Sa usare power point?
  • Valuta il budget disponibile: permette di acquistare la licenza di uno strumento professionale o bisogna optare per un tool open source?

Partiamo riassumendo le variabili da considerare per il piano d’azione: contenuti, strumenti, persone, progetto e tempo. Importante avere chiari oltre ai vantaggi, anche i “contro”.

 

Le trappole dell’autoproduzione

Attenzione, l’autoproduzione può nascondere alcune insidie, ma se sappiamo quali sono possiamo gestirle.
Un conto è possedere un software che consente di produrre in autonomia un corso SCORM, un conto è avere le competenze e le capacità per farlo. Ogni strumento non suona da sé, dunque senza un metodo, diventa perfettamente inutile. Il rischio è avere ottime idee ma non riuscire a trasformarle in un oggetto didattico efficace.
Quindi se scegli di intraprendere questa strada è essenziale poter contare su consulenza e supporto degli esperti del settore, che fornendo tutte le istruzioni per l’uso, permettono alla tua organizzazione di camminare con le proprie gambe.
Ma il metodo da solo, non basta. Prima occorre considerare un altro elemento essenziale. Il metodo Insegna COME far suonare lo strumento, ma la domanda da porsi è: COSA voglio suonare? Ogni corso di formazione, proprio come ogni melodia, deve avere il suo spartito, ovvero il progetto, che viene prima dell’esecuzione e prescinde dallo strumento che viene utilizzato. Il progetto definisce quali e quanti contenuti inserire e gli obiettivi didattici da raggiungere. Puoi essere un fine esecutore, ma senza lo spartito, puoi solo… improvvisare.

 

Ecco la nostra direzione consigliata, per tappe.

Fase 1  

  • Raccogli informazioni sul fabbisogno formativo della tua organizzazione.
  • Partendo dalle attitudini delle persone a disposizione, individua le figure ideali per la produzione (grafico, supervisore dei contenuti, ecc).
  • Implementa i primi corsi; iniziando dai più semplici; prima ancora di erogarli però, ricorda di fare un test dall’inizio alla fine.
  • Promuovi i corsi (locandine, inviti, reminder, newsletter).
  • Organizza e monitora le attività.

Fase 2

  • Fai una valutazione complessiva dei vari corsi erogati e raccogli i feedback degli utenti
  • Correggi, rivedi e aggiusta il tiro
  • Contieni i tempi di fruizione dei corsi, max 8 settimane
  • Prevedi un tutoraggio online, forum di discussione e supporto post aula.

Fase 3

  • Curare il costante aggiornamento dei formatori/creatori di corsi per potenziare le competenze (authoring tool, blog, eventi formativi, gruppi di professionisti);
  • Ampliare la rete con nuove risorse (e formarle) per la creazione dei corsi e per la gestione del portale di eLearning
  • Valorizzare l’offerta di corsi, ampliandola a proposte più interattive e coinvolgenti; inserendo percorsi blended e microlearning; cura sempre l’aspetto grafico dei corsi.

Insomma, le soluzioni ci sono e possono rispondere alle tue esigenze, basta valutarle e implementarle con una buona dose di intraprendenza e creatività.
Inizia ora il tuo percorso di sviluppo di competenze e strumenti per l’autoproduzione e l’autogestione dei corsi eLearning con i prodotti Skilla:

  • Per la creazione di SCORM e pacchetti multimediali per i percorsi eLearning avrai bisogno di un authoring tool, per questo Skilla ha realizzato Skilla Cards uno strumento mobile first che ti permetterà di creare un percorso formativo in pochi minuti e senza competenza tecniche elevate;
  • Per lavorare sul miglioramento delle tue competenze di progettazione e produzione di un percorso in eLearning puoi iscriverti alla eLearning Masterclass, l’unico percorso formativo in Italia che, ti porterà ad acquisire tutte le competenze necessarie per produrre in autonomia i tuoi corsi elearning;
  • Gli strumenti sono tanti! Abbiamo preparato per te e il tuo team un KIT DEL FORMATORE DIGITALE che vi permetterà di selezionare i tool migliori per tutte le esigenze; per scaricarlo puoi cliccare qui.
Scritto da: Cristiana Dezi il 24 Maggio 2021

Compila il form e contattaci,
sei solo a un passo dall’iniziare.

    Ho preso visione dell’Informativa privacy e autorizzo

    contattaci

    Potrebbe interessarti anche

    © Copyright 2020 Amicucci Formazione | P.IVA 01405830439 | Cap. Soc.: Euro 100.000,00 (i.v.) | C.C.I.A.A. (Macerata) | R.E.A. (149815) | Privacy policy | Cookie policy